Il problema della carne

Ovvero: tutte le verità sulla carne e sugli allevamenti, spiegate da un macellaio.

Oggi quanto è comune mangiarsi una bistecca? Vai al supermercato, scegli un pezzo avvolto in plastica e polistirolo, 4,50€ alla cassa e via a casa.
Ma sai cosa c’è dietro quel pezzo di carne? Sai cosa sono gli allevamenti intensivi e che danni producono all’ambiente, e al tuo corpo? Scopriamolo insieme.

”Gli allevamenti intensivi sono uno dei principali e peggiori problemi degli ultimi vent’anni” ci dice Roberto Fierro, titolare di Fierro Food; ‘‘Sono un business eticamente scorretto, focalizzato solo e unicamente al profitto, senza alcun tipo di riguardo per la salute dei consumatori. Gli animali sono stipati in capannoni, vivono senza mai vedere la luce del sole e senza godersi il libero pascolo, imbottiti di antibiotici e alimentati a forza.”
Non parliamo di teorie complottistiche o di assurde supposizioni, gli allevamenti intensivi esistono eccome, e i danni che provocano sono conclamati da tempo ormai.
Ma allora perché qualcuno si ostina ad ignorare o addirittura a negare il problema?

Ad oggi sappiamo che gli allevamenti di tipo intensivo sono la causa diretta di circa il 13% dell’inquinamento globale annuo; sappiamo anche che gli animali sono trattati in maniera disumana, e il fatto che vengono imbottiti di antibiotici causa un danno a noi consumatori nel lungo periodo, questo perché mangiando il prodotto di un allevamento intensivo, diventiamo più resistenti agli antibiotici, favorendo lo sviluppo di nuovi patogeni che nasceranno direttamente con resistenze ai farmaci odierni, rendendoci dunque molto più vulnerabili.

”La carne è un bene pregiato, non bisogna abusarne, e anzi bisognerebbe razionarne sensibilmente il consumo settimanale”
Roberto ha molto a cuore la questione dei allevamenti etici, che rispettano animali, consumatore e ambiente. Cambiare i propri regimi alimentari è facile, e porta solo benefici.
”Tanti piccoli passi conducono a grandi traguardi, se tutti comprassimo meno carne, ma più di alta qualità e proveniente da allevamenti estensivi, dove gli animali pascolano liberi e vengono allevati in maniera corretta, vedremmo subito dei risultati, soprattutto riguardanti la nostra qualità di vita, e l’inquinamento creato.”
Dunque non è troppo tardi per cambiare le cose, basta volerlo, e basta consumare carne responsabilmente.